TRASPORTI. Trenitalia – Associazioni Disabili: intervento per migliorare servizi offerti

Ventisei nuove stazioni con servizio di assistenza, 75 nuovi carrelli elevatori per la salita e la discesa dal treno. Sono alcuni dei risultati ottenuti grazie al "Pacchetto Blu": un’intesa tra Trenitalia e Associazioni dei disabili con la quale si prevedono gli interventi da attuare sui treni e nelle stazioni per migliorare gli standard di assistenza, sicurezza e comfort per le persone affette da gravi invalidità.

Dal primo maggio i 14 Centri Assistenza Disabili (CAD) presenti nelle principali stazioni saranno ribattezzati Sale Blu e individuati da una nuova segnaletica. Le Sale Blu offriranno servizi semplificati di assegnazione del posto e una nuova banca dati centralizzata in grado di ridurre i tempi per le richieste di viaggio (nel 2006 è stata garantita l’assistenza a 150mila disabili).

A partire da giugno, inoltre, il numero delle stazioni dove sarà possibile prenotare telefonicamente il servizio disabili, ottenere accoglienza e assistenza in stazione e durante la salita e la discesa dal treno, salirà da 225 a 251. Questo servizio verrà potenziato grazie all’acquisto di 75 nuovi carrelli elevatori che entreranno in funzione a partire da agosto.

Da dicembre, infine, anche i clienti con disabilità potranno prenotare on line il posto a loro riservato e ritirare poi il biglietto direttamente al centro di assistenza o alle macchine self-service presenti nella maggior parte delle stazioni.

A breve Trenitalia e Rete Ferroviaria Italiana, la società dell’infrastruttura del Gruppo Ferrovie dello Stato, torneranno a confrontarsi con le Associazioni dei disabili per affrontare gli altri problemi già fissati in agenda: il servizio nelle stazioni impresenziate e la condivisione di un processo organizzativo per consentire comunque ai disabili motori l’accesso anche ai treni non attrezzati.

Comments are closed.