TRASPORTI. Trenitalia, cambiano gli abbonamenti

Cambia il sistema degli abbonamenti ferroviari. A partire dal 1° novembre, infatti, Trenitalia introdurrà degli abbonamenti specifici per i treni AV, ES* e ES* city allo scopo di eliminare l’attuale procedura che "presenta diverse criticità e incoerenze e per uniformare le modalità di abbonamento per tutte le tipologie di treno". Lo riferiscono fonti di Trenitalia.

Per coloro che viaggiano abitualmente sui treni Eurostar City diventa più vantaggioso scegliere direttamente l’abbonamento per questa tipologia di treno. Dal 1° novembre infatti
il meccanismo di calcolo del nuovo abbonamento ES* City è stato strutturato come il prezzo dell’abbonamento IC aumentato di circa il 15%, garantendo in tal modo una riduzione significativa rispetto all’attuale metodo di tariffazione: abbonamento IC + singoli ticket ES*.

Aumenterà invece il costo per i possessori di un abbonamento IC che scelgono diprendere un treno di categoria superiore. Ad oggi infatti i possessori di un abbonamento IC per accedere ai treni ES* city, ES* e AV avevano diverse possibilità tra cui: acquistare un diritto di ammissione per singolo viaggio al costo di 3 euro, scegliere un carnet elettronico valido per ottenere 20 prenotazioni sulla relazione prescelta o quello un carnet cartaceo da 20 ticket. Dal 1° novembre tutte queste scelte si riducono ad una: acquistare per ciascun viaggio il cambio servizio per abbonati, pari alla differenza tra i prezzi dei corrispondenti biglietti di corsa semplice, con il prezzo minimo di 3 euro.

"I nuovi abbonamenti per treni AV, ES* e ES* city – ha spiegato Trenitalia – sono stati elaborati in modo da favorire i veri pendolari che fanno un uso reale e quotidiano del treno". Le nuove regole per gli abbonamenti saranno divulgate ai viaggiatori attraverso un’apposita campagna di informazione di Trenitalia.

Comments are closed.