TRASPORTI. Trenitalia: in Puglia atti vandalici sui treni per 250 mila euro

Vandalizzazione dei treni, biglietterie self service e macchinette per la timbratura dei biglietti messi fuori uso: in Puglia dall’inizio dell’anno ci sono stati atti vandalici ai danni delle ferrovie per 250 mila euro. La cifra è stata resa nota dalla Direzione regionale di Trenitalia, che fa sapere come tra i bersagli più colpiti compaiono, oltre ai treni, anche le biglietterie self service e le macchine per la timbratura dei biglietti. E poi ci sono i graffiti sui convogli in sosta nelle ore notturne: le stazioni più bersagliate sono Bari Centrale, Barletta e Foggia.

Ripulire i treni dai graffiti è costato circa 120 mila dall’inizio del 2009, per 137 episodi. Azioni di vandalismo, inoltre, sono in aumento anche a bordo dei convogli e ai danni delle biglietterie self service e delle obliteratrici. Da gennaio 2009 i Regionali sono stati danneggiati 151 volte. La linee più colpite sono la Bari – Foggia, la Bari – Taranto e la Bari – Lecce, e oltre 60 mila euro i danni subiti. Il 30% delle biglietterie self service sul territorio pugliese è attualmente fuori servizio e il 90% delle cause è riconducibile a furti con scasso e atti vandalici, che colpiscono anche le macchine per la timbratura dei biglietti. Risultato? "Le Ferrovie dello Stato – annuncia una nota – chiederanno fino a 3 milioni di euro di risarcimento per danni di immagine a chi verrà colto sul fatto o riconosciuto come l’artefice di atti vandalici contro treni e stazioni".

Comments are closed.