TRASPORTI. Viareggio, Adiconsum: “Monitorare costantemente qualità e sicurezza”

Dopo l’incidente ferroviario di domenica notte che è costato la vita a 18 persone, questa notte è terminato il travaso del gas contenuto nei vagoni deragliati. Forse in serata ritorneranno a transitare i treni su una linea. Intanto il sindaco ha autorizzato mille sfollati a rientrare nelle loro case. I primi a rientrare saranno le persone che vivono negli edifici non danneggiati. Gli altri dovranno aspettare il via libera dei tecnici. Il Consiglio dei Ministri di domani voterà la dichiarazione dello stato di emergenza.

Intanto non si placano le polemiche circa la responsabilità dell’incidente. Se da un lato Trenitalia sostiene che la manutenzione spettava alla società proprietaria del carro sviato (GATX Rail Austria) dall’altro Associazioni di Consumatori e non solo hanno accolto con favore le parole del Procuratore generale di Viareggio che nei giorni scorsi ha dichiarato: "Tutto ciò che circola sulla rete ferroviaria italiana deve essere sicuro e Trenitalia ne è responsabile".

Da ultimo Adiconsum ha chiesto un urgente incontro a Trenitalia per la realizzazione di un tavolo permanente capace di monitorare i livelli di sicurezza e di qualità dei servizi ferroviari. "Siamo consapevoli – spiega Pietro Giordano Segretario Nazionale di Adiconsum – che Trenitalia non è più un’azienda interamente pubblica, come lo erano le Ferrovie dello Stato, ma ciò comporta, a maggior ragione, particolare attenzione sui livelli di manutenzione dei treni, delle linee ferrate ed anche sui livelli di qualità del trasporto su rotaie. Sappiamo che la responsabilità di tale servizio è distribuito tra tratte di business, tratte a carico delle Regioni e tratte a carico dello Stato".

Adiconsum chiede a Trenitalia:

  • un confronto stabile capace di migliorare fino a raggiungere standard di qualità dignitosi per i viaggiatori, con particolare riferimento ai pendolari che troppo spesso sono privati della propria dignità quando viaggiano in vagoni che spesso sono privi delle più elementari tutele igienico-anitarie o quando subiscono ritardi insopportabili.
  • una manutenzione attenta e di qualità, che sappia garantire la sicurezza dei viaggiatori e dei cittadini.

 

Comments are closed.