TRASPORTI. Voli ecologici e sicuri: la Commissione Ue lancia “Cielo unico europeo II”

Voli più sicuri, ecologici e puntali. Si chiama "Cielo unico europeo II" il nuovo pacchetto legislativo adottato dalla Commissione europea per migliorare la qualità, ridurre i costi e contenere i ritardi nel trasporto aereo. Si prevede un’attenzione particolare alla riduzione dei consumi di carburante: le iniziative consentiranno infatti di risparmiare fino a 16 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 e due o tre miliardi di euro annui in termini di costi. È quanto comunica oggi la Commissione europea, che sottolinea i quattro pilastri alla base dell’innovazione: l’aggiornamento delle normativa, il "pilastro tecnologico", il "pilastro della sicurezza" e il piano d’azione sulla capacità degli aeroporti.

Il nuovo pacchetto pone al centro delle innovazioni la questione ambientale. E così la gestione efficace del trasporto aereo dovrebbe portare a una riduzione di emissioni di CO2 stimata al 10% per volo, con un risparmio di 16 miliardi di tonnellate di CO2 l’anno e minori costi per 2,4 miliardi di euro l’anno. Sul versante tecnologico, l’iniziativa mira a introdurre tecnologie d’avanguardia per gestire meglio il traffico aereo, che si prevede raddoppiato da qui al 2020.

"Questo pacchetto comporta vantaggi per tutti: per i passeggeri, per l’economia europea e per l’ambiente – ha detto Il vicepresidente della Commissione, Antonio Tajani, responsabile dei trasporti – Il cielo europeo è ancora frammentato, per cui ogni volo è mediamente 49 km più lungo del necessario. La nostra proposta vuole diminuire i tempi di attesa al decollo e all’atterraggio, così che i passeggeri avranno più possibilità di arrivare in orario. Allo stesso tempo, il pacchetto consentirà di volare in modo più sicuro e con una maggiore attenzione alla tutela dell’ambiente, mentre aumenterà la capacità degli aeroporti".

Comments are closed.