TRASPORTO AEREO. Adiconsum: Enac apra indagine su rispetto disabili da parte di compagnie low cost

Adiconsum chiede che i tre milioni di euro di multa a Ryanair confluiscano in un Fondo Bilaterale per migliorare i servizi e rimborsare i consumatori, e sollecita l’Enac ad avviare un’indagine sul rispetto delle norme a tutela dei disabili da parte di alcune compagnie low cost. Commenta il segretario nazionale dell’associazione Pietro Giordano: "Troppo spesso Ryanair utilizzando anche soldi pubblici e non applicando quanto previsto a tutela dei passeggeri, crea concorrenza sleale con altre compagnie aeree, compresa la compagnia di bandiera italiana. Adiconsum – continua Giordano – da tempo denuncia anche la non applicazione diffusa delle norme a tutela dei disabili da parte di alcune compagnie aeree low cost e chiede ad Enac un’indagine a tappeto sul rispetto di tali norme di civiltà da parte delle compagnie aeree, convinta che la logica del businnes selvaggio finisca col penalizzare i più deboli".

Di fronte alla multa comminata dall’Enac alla Ryanair, l’associazione chiede che le sanzioni finiscano in un Fondo bilaterale per il miglioramento dei servizi e i rimborsi ai consumatori in caso ad esempio di perdita bagagli o vacanze rovinate: un fondo previsto come bilaterale, tra associazioni dei consumatori, aziende del volo e del turismo, controllato nella gestione economica da Enac.

Comments are closed.