TRASPORTO AEREO. Adoc chiede a Federalberghi kit monouso per liquidi gratuiti

Considerati i disagi e le disavventure vissute da molti passeggeri che in questi giorni si sono trovati a fare i conti con le nuove norme di sicurezza negli aeroporti comunitari, l’Adoc ha scritto una lettera a Federalberghi chiedendo che nelle strutture ricettive italiane sia previsto un kit monouso gratuito di prodotti destinati alla toeletta e alla cura del corpo". Secondo l’Associazione infatti, le nuove disposizioni rese necessarie per far fronte alla piaga del terrorismo, costano caro ai viaggiatori.

"La maggior parte dei cittadini – spiega il Presidente nazionale Carlo Pileri -, per evitare problemi o il rischio di perdere tempo in fase di controllo, rinuncia addirittura preventivamente all’inserimento in bagaglio dei quantitativi consentiti di prodotto, dimenticando spesso anche lo spazzolino e il rasoio. Ciò si traduce in una spesa all’atterraggio di circa 21 € escluso il costo di un profumo, che farebbe lievitare in maniera consistente la spesa totale".

Per questo motivo l’Adoc ha lanciato la proposta di un kit monouso gratuito da mettere a disposizione dei viaggiatori che giungono in albergo, così da rilanciare l’immagine del nostro Paese e non perdere l’occasione di risultare al passo coi tempi rispetto ai bisogni di una clientela che va facendosi via via più esigente e attenta.

"Negli ultimi tempi lo spirito di ospitalità che ha sempre contraddistinto il nostro Paese – conclude Pileri – anche a causa della crescita indiscriminata dei prezzi, necessita di un restyling capace di affrontare le sfide del mercato e di confrontarsi in maniera vincente con i principali competitori turistici europei: una prova che l’Adoc chiede di affrontare e vincere".

 

Comments are closed.