TRASPORTO AEREO. Adusbef e Federconsumatori contro aumento tariffe aeroportuali

Sui consumatori incombe una stangata che va dai 40 ai 50 euro in tema di tariffe aeroportuali. È quanto denunciano Adusbef e Federconsumatori: "Il ministro Matteoli ha firmato una stangata tariffaria che verrà scaricata sui viaggiatori, pari ad un incremento base di un 1 euro a passeggero per tutti gli aeroporti che hanno la concessione totale, di 2 euro per gli aeroporti che hanno un traffico di più di 5 milioni di passeggeri, di 3 euro se si superano i 10 milioni di passeggeri". Le due associazioni chiedono al ministro dell’Economia Giulio Tremonti di non controfirmare il decreto che "rappresenta l’ennesima stangata sulle tasche dei consumatori ma anche delle piccole e medie imprese che dovranno mettere in conto maggiori oneri per i trasporti aerei".

Secondo Adusbef e Federconsumatori, il provvedimento "avrà un costo medio di 40-50 euro l’anno per gli utenti dei grandi scali già penalizzati da tariffe e da costi superiori alla media europea, ma anche qualora tale regalia dovesse essere concessa ai soliti "capitani coraggiosi" adusi a socializzare le perdite ed a privatizzare i profitti, annunciano già da ora un ricorso al Tar, per impedire che al danno patito dalla collettività e fiscalità generale, che si è dovuta sobbarcare 3 miliardi di euro per il salvataggio di Alitalia, si aggiunga la beffa di ulteriori aumenti intollerabili ed ingiustificati".

Comments are closed.