TRASPORTO AEREO. Alitalia, poco chiaro l’acquisto dei biglietti on line

Quanto costa volare con Alitalia acquistando il biglietto aereo on line? Lo si scopre solo alla fine dell’operazione, cioè al momento del pagamento, quando si capisce che oltre al prezzo del biglietto ci sono 5 euro in più, per diritti amministrativi. Secondo l’Aduc questa condotta commerciale è scorretta e, infatti, una settimana fa l’Associazione dei consumatori ha denunciato il caso all’Antitrust, che oggi fa sapere di aver aperto la pratica per verificare la rilevanza dei fatti segnalati.

In attesa della pronuncia dell’Antitrust, l’Aduc ribadisce "l’ingannevolezza della procedura di acquisto dei biglietti on line, in quanto – scrive l’Associazione – l’aggravio di 5 euro, chiamato diritto amministrativo, altro non è che un balzello che resta nascosto fino al momento del pagamento: pagina principale del sito, regole tariffarie e condizioni generali di trasporto non ne fanno menzione".

In più i possessori di alcune carte di credito ed altre categorie di clienti sono esentati dal pagamento dei 5 euro; per questo secondo l’Aduc non si tratta di un diritto amministrativo. E nel caso dei biglietti in promozione c’è un’ulteriore scorrettezza: nella home page del sito si dice che il prezzo è "tutto incluso", mentre non include i 5 euro.

L’Aduc ricorda che il decreto Bersani, in materia di trasparenza delle tariffe aeree, e il codice del consumo vietano simili condotte. Il Garante della concorrenza, proprio in materia di tariffe aeree, in più occasioni, ha avuto modo di affermare che "l’indicazione della tariffa deve includere ogni onere economico gravante sul consumatore, il cui ammontare sia determinabile ex ante, o presentare, contestualmente e con adeguata evidenza grafica e/o sonora, tutte le componenti che concorrono al computo del prezzo", (provvedimento Antitrust 23 novembre 2005 n. 14919).

 

Comments are closed.