TRASPORTO AEREO. Audizione dei Consumatori alla Camera dei Deputati

"No all’aumento delle tariffe del trasporto aereo". Confconsumatori nel corso della odierna audizione presso la IX Commissione Trasporti della Camera dei deputati, ha così espresso il proprio dissenso nei confronti dell’ipotesi di un aumento delle tariffe, richiesto dalle società di gestione degli aeroporti.

"Prima che si possa parlare di aumenti, dovranno essere spiegati gli eventuali benefici per gli utenti", aggiunge l’Associazione aggiungendo che "è altrettanto importante che il sistema aeroportuale italiano si doti di un piano di infrastrutture che consenta ai passeggeri di raggiungere in tempi brevi e con costi ridotti l’aeroporto".

"Il cittadino non ha bisogno dell’aeroporto sotto casa, ha bisogno di un aeroporto facilmente ed economicamente raggiungibile. Da questo punto di vista, non possono esservi ulteriori rinvii e deve essere attuata, senza remore, una adeguata politica di investimenti" ha concluso l’avvocato Carmelo Calì.

Anche CODICI ha partecipato all’audizione evidenziando le criticità inerenti la destinazione del terzo scalo del Lazio, che vede protagoniste in una accesa diatriba le 3 province laziali, quali: Frosinone, Viterbo e Latina.

"Secondo gli studi di fattibilità sin’ora elaborati a riguardo, – commenta Luigi Gabriele – la realizzazione di uno scalo, indipendentemente dalla Provincia, (anche se Frosinone sarebbe favorita per via della presenza degli assi ferroviari e autostradali), sarebbe in perdita perché non raggiungerebbe il traffico di un milione di passeggeri l’anno. Ma tutto ciò ovviamente non intacca gli interessi locali che si celano dietro l’ipotesi di realizzare un nuovo aeroporto, visto come un’opportunità di sviluppo"

Rivedere i poteri dell’Enac e introdurre maggiori strumenti di tutela per i viaggiatori quali la conciliazione e un fondo di garanzia. Queste, invece, le principali richieste avanzate da Cittadinanzattiva. La liberalizzazione nel settore del trasporto aereo non è stata accompagnata da un pari rafforzamento delle tutele dei viaggiatori. A tal fine, Cittadinanzattiva ritiene indispensabile agire almeno su due fronti: da un lato, rivedere ruolo, funzioni e poteri – specie sanzionatori – dell’Enac, per renderla una effettiva autorità di regolamentazione, grazie anche al contributo delle stesse Associazioni presenti al Tavolo di lavoro permanente istituito presso l’Ente Nazionale dell’Aviazione Civile. Dall’altro, introdurre strumenti di tutela quali l’istituto della conciliazione, Carte dei servizi, centri di ascolto & tutela all’interno dei grandi aeroporti nazionali, oltre ad un fondo di garanzia destinato ai viaggiatori in caso di fallimento delle compagnie aeree.

 

 

Comments are closed.