TRASPORTO AEREO. Bagagli, Enac sanziona società handling

"Apprezziamo vivamente gli sforzi che l’Enac compie a difesa dei diritti dei consumatori ma per ottenere una migliore tutela del consumatore l’Enac dovrebbe essere convertito in una vera e propria Authority, dotandolo di maggiori poteri, sia sanzionatori, con la possibilità di comminare sanzioni proporzionali al fatturato delle società coinvolte, che d’indagine e di controllo. Le criticità e i disservizi nel sistema aeroportuale sono ormai strutturali, ma peggiorano sensibilmente nei periodi di maggiore mobilità, quali feste e vacanze. Smarrimento e danneggiamento dei bagagli, overbooking, ritardi e cancellazioni dei voli, scarsa assistenza a terra per gli utenti, fallimenti di compagnie. Questi sono i problemi che i viaggiatori devono fronteggiare ogni giorno, e a cui occorre porre rimedio." Così Carlo Pileri, presidente dell’Adoc commenta le sanzioni comminate dall’Enac alle società di handling responsabili dei disservizi per i bagagli presso l’aeroporto di Fiumicino.

Alle tre società che gestiscono i servizi aeroportuali, l’Enac ha contestato numerosi, ripetuti e gravi disservizi verificati con un monitoraggio quotidiano partito il 15 luglio, in particolare sul problema del disguido dei bagagli ma anche per la puntualità dei voli". Delle tre società di handling, Enac ha assolto Avia Partner, oggetto solo di "rilievi minori" mentre a Flightcare "manca personale: deve assumere e formare altri dipendenti". Quanto alla nuova Alitalia, che gestisce i servizi di terra per la maggior parte dei voli di Fiumicino, secondo l’Enac essa dovrà porre rimedio "non ad un problema di carenza di personale ma ad un problema di organizzazione del lavoro, di effettiva presenza e tracciabilità dei dipendenti, di tracciabilità dei bagagli, e di organizzazione dei turni in modo che non ci siano più vuoti tra un turno e l’altro".

Comments are closed.