TRASPORTO AEREO. Confconsumatori auspica attuazione contratti di programma

Presto potrebbero essere ritoccate all’insù le tariffe del trasporto aereo. Se trovasse esecuzione, infatti, il protocollo di intesa tra Enac e Assaeroporti, e i Ministri dei Trasporti e dello Sviluppo Economico dovessero firmare il relativo decreto, si aprirebbe la strada a un aumento delle tariffe aeroportuali da 1 a 3 euro a passeggero. "Precisamente, si attuerebbe una proroga di fatto dell’applicazione dei contratti di programma, e ciò andrebbe a discapito dei passeggeri" spiega Confconsumatori che si dice fortemente preoccupata di un ulteriore, possibile rinvio dell’attuazione dei contratti di programma. "Solo attraverso i contratti di programma potrà attuarsi, realmente, una vera trasparenza delle tariffe che finora è rimasta solo conclamata" aggiunge l’Associazione.

"Questa soluzione di un adeguamento temporaneo, motivata su presunte difficoltà burocratiche, ad attuare nell’immediatezza la direttiva europea in materia non ci convince e sappiamo che in Italia non c’è niente di più definitivo del provvisorio. E’ forse questa la strada che si intende invocare per le tariffe?" dichiara l’avv. Carmelo Calì, responsabile trasporti di Confconsumatori nazionale.

Comments are closed.