TRASPORTO AEREO. Controlli security inefficaci in 5 aeroporti, Enac avvia verifiche

Quando la realtà supera la fantasia: potrebbe essere questo il titolo del servizio trasmesso l’altro ieri da Striscia la Notizia, che ha mostrato come in Italia sia possibile salire su un aereo portando con sè pistole, coltelli, lame, taglierini e altri oggetti estremamente pericolosi. Il video ha ripreso alcuni passeggeri che, negli aeroporti di Milano Malpensa, Roma Fiumicino, Napoli Capodichino e Palermo Falcone-Borsellino sono saliti sull’aereo con lame e pistole giocattolo, dopo essersi sottoposti ai controlli di routine. Problemi di sicurezza anche presso lo scalo di Lamezia Terme, dove una finta viaggiatrice ha potuto accedere liberamente ad aree off limits.

Dopo il servizio di Striscia la Notizia, l’Enac ha disposto l’avvio, negli scali interessati, di verifiche ispettive sui fornitori dei servizi in merito al rispetto delle procedure per i controlli di sicurezza, intesa come security. All’esito delle verifiche, il Presidente dell’Enac Vito Riggio valuterà la necessità di un eventuale incontro con il Ministro dell’Interno e con il Capo della Polizia.

Intanto il Codacons ha presentato un esposto alle Procure della Repubblica di Milano, Roma, Napoli, Palermo e Lamezia Terme chiedendo di aprire un’indagine per attentato alla sicurezza dei trasporti e altri reati che saranno ravvisabili. "Ci chiediamo come vengano effettuati i controlli sui bagagli negli aeroporti italiani, e quale sia attualmente il livello di sicurezza del trasporto aereo nel nostro paese – afferma il Presidente del Codacons Carlo Rienzi – E’ evidente che se un attore di Striscia la Notizia è riuscito a portare su un aereo pistole e coltelli, altrettanto potrebbe fare un terrorista, con conseguenze inimmaginabili". L’Associazione ha anche chiesto il licenziamento degli addetti ai controlli in servizio presso gli scali indicati nei giorni in cui sono stati realizzate le riprese di Striscia la Notizia, e la revoca dell’incarico alle società addette ai controlli negli stessi aeroporti.

 

Comments are closed.