TRASPORTO AEREO. Da domani in vigore il nuovo regolamento Ue. Vantaggi per i passeggeri

Da domani, 1° novembre, i prezzi dei biglietti aerei saranno più trasparenti e comprenderanno già qualsiasi tassa o spesa aggiuntiva così che i passeggeri possano confrontare liberamente le varie offerte, prima di acquistare il biglietto, e i servizi del trasporto aereo europeo saranno, in generale, migliori e più competitivi. Questo grazie alla nuova legislazione sul mercato unico dei servizi di trasporto aereo che entra in vigore domani, 1° novembre.

Da quando è stato liberalizzato il settore dei trasporti aerei dell’Ue, il traffico nei cieli dell’Europa si è intensificato di molto. Le compagnie aeree si sono moltiplicate; i collegamenti sono aumentati del 60% e le tariffe di numerose tratte aeree sono diminuite notevolmente. Serviva quindi una nuova legislazione, più adeguata alla realtà attuale.

Questi sono i vantaggi del nuovo regolamento per i cittadini europei:

  • ormai i prezzi dei biglietti dovranno essere pubblicati comprensivi di tasse e oneri e il passeggero potrà conoscere le varie componenti che formano il prezzo finale: tariffa, tasse, diritti aeroportuali e altri oneri. Ciò permetterà di evitare la pubblicità sleale e faciliterà i confronti tariffari.
  • i passeggeri dovranno dare un consenso esplicito se intendono accettare oneri supplementari facoltativi (opt-in).
  • è proibita qualsiasi discriminazione tariffaria tra i viaggiatori basata sul luogo di residenza o sulla nazionalità.
  • le autorità nazionali effettueranno un maggiore controllo sulle compagnie aeree per garantire la qualità, la sicurezza e prevenire i fallimenti.

Il nuovo regolamento, inoltre, precisa i criteri di concessione e di validità delle licenze delle compagnie aeree e quelle attualmente operative saranno sottoposte a rigorosi controlli. Viene facilitato il noleggio di aeromobili immatricolati nell’Ue, mentre per quelli di paesi terzi ci saranno criteri di noleggio più severi, per garantire il rispetto delle norme di sicurezza. Vengono riviste le norme sugli obblighi del servizio pubblico, esaminandone l’adeguatezza. Gli aeroporti dovranno disporre di infrastrutture di trasporto efficaci al servizio dei passeggeri e la Commissione Ue vigilerà affinché le norme di distribuzione del traffico non siano discriminatorie. È essenziale che tutti gli operatori del settore si conformino alle medesime norme.

"È una condizione fondamentale per la liberalizzazione del settore in Europa, che può essere considerata un’autentica "storia di successo" ed ha portato a maggiori possibilità di viaggiare con tariffe più ridotte", ha dichiarato Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione Ue responsabile dei trasporti. "La concorrenza leale è la chiave di questo successo: grazie alla trasparenza dei prezzi, i passeggeri sapranno in anticipo quanto pagheranno e potranno operare le loro scelte con cognizione di causa."

Comments are closed.