TRASPORTO AEREO. Disagi aeroporto Elmas-Cagliari, AACC chiedono chiusura del Centro d’accoglienza

Per la quarta volta l’aeroporto di Elmas-Cagliari è stato bloccato a causa della fuga di massa dei clandestini ospitati nel Centro di accoglienza, realizzato dal Ministero dell’Interno nell’area militare dello scalo di Elmas, ad un tiro di schioppo dall’aeroporto civile. Il Coordinamento regionale delle Associazioni dei consumatori della Sardegna chiedono la chiusura del Centro d’accoglienza, visto che ogni volta che un clandestino scappa bisogna chiudere l’aeroporto, cancellando o dirottando i voli, con notevoli disagi ai viaggiatori, che non possono neanche chiedere danni per i disservizi.

Le compagnie aeree, infatti, non possono fare nulla poiché il disservizio non è imputabile al loro operare e la situazione che si viene a creare è la seguente: turisti che perdono prenotazioni e coincidenze con altri collegamenti marittimi, aerei e terrestri, cittadini che perdono incontri di affari, partecipazione a concorsi ed a colloqui di lavoro. I consumatori sardi non sono più disposti a tollerare questo stato di disagio ed invitano il Governo, la Regione e il Prefetto a chiudere il Centro provvedendo al trasferimento delle persone ospitate nella struttura. Inoltre le Associazioni dei consumatori danno voce alle lamentele dei passeggeri infuriati e lasciati soli a combattere questo disagio e chiedono l’intervento del CNCU (Consiglio Nazionale Consumatori Utenti) affinché si faccia qualcosa per tutelare i cittadini sardi.

Comments are closed.