TRASPORTO AEREO. Dopo il vulcano, i rimborsi. L’ECC-Net pubblica i documenti per i reclami

Dopo il vulcano di cenere che nel mese di aprile ha scosso gli aeroporti di tutta Europa, lasciando a terra una serie innumerevole di passeggeri, oggi arriva un vento positivo per i consumatori. La rete dei Centri Europei dei Consumatori (ECC-Net) ha infatti pubblicato tutta la documentazione necessaria a presentare un reclamo. Il pacchetto comprende una lettera standard di reclamo, disponibile in tutte le lingue nazionali, un elenco di indirizzi cui inviare le lettere, consigli sul ricorso alla procedura Ue per le piccole controversie.

I Centri Europei dei Consumatori sono specializzati nel dare aiuto ai consumatori che incontrano problemi acquistando prodotti o servizi in un altro paese dell’Unione Europea. Nel 2009 la rete ECC-Net ha trattato più di 60.000 casi e più di un quinto dei reclami, il 22,5%, ha riguardato il trasporto aereo. Nella prima settimana del caos scatenato dall’eruzione vulcanica islandese il numero di casi trattati dalla rete è aumentato di 7 volte.

Tra i servizi principali offerti da ECC-Net c’è l’assistenza nella ricerca di una composizione amichevole della controversia tra il consumatore e il commerciante; la consulenza ai consumatori su come avvalersi dei sistemi di composizione stragiudiziale delle controversie o su come ricorrere al procedimento UE per la composizione delle piccole controversie, ad esempio per sapere come ottenere un rimborso.

"I diritti garantiti ai consumatori dell’UE si applicano anche in circostanze straordinarie – ha commentato il Commissario Ue alla Salute e ai Consumatori, John Dalli – In effetti, allorché si parla di aiutare le compagnie che hanno risentito della crisi dovuta al vulcano islandese si deve anche vedere se esse hanno rispettato i diritti dei passegger UE. Migliaia di consumatori che hanno risentito dell’interruzione dei voli – ha aggiunto Dalli – stanno ancora facendo sentire, e a ragione, la loro voce per far rispettare i loro diritti nella pratica. Il mio messaggio ad essi è questo: non esitate a esigere ciò che vi appartiene. Se una compagnia aerea o un operatore turistico continuano a ignorare i vostri diritti, il Centro europeo dei Consumatori più vicino a voi può essere la giusta istanza cui rivolgervi".

Comments are closed.