TRASPORTO AEREO. Enac, Confconsumatori: tutela dei passeggeri è priorità

Il futuro del trasporto aereo è nella tutela dei passeggeri. L’aumento delle utenze negli aeroporti internazionali dimostra quanto sia urgente un progetto unitario e complessivo, di sistema, che riguardi l’intero settore. È la posizione assunta da Confconsumatori, che ha partecipato all’incontro in cui l’Enac ha evidenziato ieri l’andamento del trasporto aereo italiano, fra cui l’aumento del 7% dei passeggeri sugli aeroporti nazionali. Per l’associazione, "tenendo conto del periodo di crisi e delle previsioni per i prossimi anni nei quali il traffico aereo é destinato ad aumentare, non si può non affermare e convenire che la priorità é, e resta, l’assistenza e la tutela dei passeggeri".

C’è, afferma Confconsumatori, la necessità di "andare oltre" l’aspetto della tutela contro i disservizi, quella di capire come organizzare i servizi nel miglior modo possibile. "Occorre rivedere – afferma l’associazione – anche il proprio rapporto con i consumatori, e con le associazioni dei consumatori, che non sono dei fastidiosi ‘bastian contrari’. Il rapporto tra operatori del settore e consumatori deve essere ripensato e al consumatore deve essere garantito un posto da protagonista del mercato, e non semplicemente da comparsa". Tutto questo senza abbassare il livello di guardia contro disservizi e inadempimenti.

"Per proiettarci nel futuro – ha dichiarato Carmelo Calì, rappresentante CNCU nel Comitato tutela diritti del passeggero presso Enac e responsabile nazionale trasporti di Confconsumatori – é necessario un salto di qualità, da parte di tutti, perché il futuro del trasporto aereo impone una visione più ampia delle problematiche in campo, che non si riduce al pur importante settore dei risarcimenti ai passeggeri, che hanno diritto ancor prima a servizi di qualità, come richiede anche il Codice del Consumo".

Comments are closed.