TRASPORTO AEREO. Federconsumatori Sardegna: Meridiana Fly “prende il volo”

"Dopo quello via mare, con la perdita della Tirrenia, a fine estate ci attende lo scippo via aereo, con il trasferimento del settore commerciale e di quello operativo di Meridiana Fly da Olbia a Gallarate (Lombardia) a favore del vettore Air Italy. Il completamento, finora silenzioso, di questa operazione porterebbe però a uno svuotamento della compagnia isolana, una delle realtà economiche più importanti per la Sardegna, con disastrose ripercussioni sull’occupazione". È quanto denuncia Federconsumatori Sardegna, paventando quali uniche due alternative possibili il trasferimento dei lavoratori o la cassa integrazione.

L’associazione contesta anche il comportamento del governatore della regione Ugo Cappellacci, impegnato nella questione della continuità territoriale. Domani infatti verrà presentata la nuova proposta sulla continuità aerea che prevede un ponte aereo fra gli aeroporti sardi e gli scali della penisola, attraverso la tariffa unica per residenti e non residenti, la compensazione economica per le compagnie aeree che accettano gli oneri di servizio pubblico e sanzioni in caso di disservizi. Per l’associazione, "va detto che a fronte di questi diritti, la Regione garantirà la compensazione economica ai vettori: diritti che, estesi a tutti indistintamente, peseranno non poco sulle casse pubbliche".

Nota critica: "Federconsumatori Sardegna – afferma il presidente Andrea Pusceddu – denuncia questa politica indolente della Regione che tralascia i diritti dei consumatori sardi, estendendo diritti a chicchessia e facendosene carico con i soldi che di diritto spetterebbero agli utenti residenti. Inoltre Federconsumatori chiede urgentemente alla Regione Sardegna di far sentire la sua voce anche in merito alla questione Meridiana che potrebbe avere gravi ripercussioni a livello economico e occupazionale".

Comments are closed.