TRASPORTO AEREO. In caso di disservizi…il vademecum di Confconsumatori

Paura dei disservizi del trasporto aereo, prima della partenza estiva? Ecco un vademecum stilato dal coordinamento "Confconsumatori – Dalla Parte del Consumatore". Per prima cosa è bene sapere che nei casi di cancellazione del volo, negato imbarco o ritardo prolungato, si deve chiedere espressamente, già in aeroporto, i motivi del disservizio ed insistere in caso di risposte generiche o evasive.

Non bisogna dimenticare di ritirare la "Guida pratica sui diritti del passeggero" predisposta dall’ENAC presso gli uffici informazioni dell’aeroporto e verificare che l’assistenza fornita e la soluzione al problema corrispondano a quanto previsto dalla guida In caso negativo – continua il vademecum – reclamare e contestare la mancata osservanza, rivendicare il diritto di essere aggiornati ogni trenta minuti sull’evolversi del caso, chiedere e conservare tutta la documentazione utile a dimostrare il disservizio e farsi rilasciare le ricevute di tutte le spese sostenute a causa del disservizio e conservarle, al fine di chiedere successivi rimborsi.

E’ bene, inoltre, conservare tutti i documenti del viaggio: copia descrizione del volo, ricevuta della carta di imbarco (il talloncino che restituisce la hostess al momento dell’imbarco), tagliandi identificativi dei bagagli, ecc.; annotare i nominativi di altri passeggeri con i relativi recapiti al fine di rintracciarli qualora dovesse occorrere la loro testimonianza in una fase successiva di contenzioso. Appena rientrati, spedire una raccomandata a.r. con la quale si espongono i fatti e si chiede il risarcimento dei danni subiti.

"Dopo aver predisposto e diramato il vademecum relativo alle ipotesi di vacanze rovinate abbiamo ritenuto opportuno far conoscere ai cittadini alcune regole per autotularsi nelle ipotesi di disservizi aerei" – afferma l’avv. Emilio Graziuso – responsabile del coordinamento "Confconsumatori – Dalla Parte del Consumatore" – In questo delicato settore, durante tutto l’anno, pervengono al nostro coordinamento continue segnalazioni da parte di passeggeri dei vari vettori aerei. In molti casi, i danni patiti dai viaggiatori trovano ristoro attraverso accordi transattivi, in altri, purtroppo, si è costretti a procedere giudizialmente per ottenere il risarcimento dovuto". Per ulteriori informazioni coordinamento "Confconsumatori – Dalla Parte del Consumatore" tel 347 – 0628721

 

 

 

Comments are closed.