TRASPORTO AEREO. Le proposte di Adiconsum all’Enac per un servizio più efficiente

I disagi che sono stati subiti nel trasporto aereo durante il periodo estivo e anche ancora in corso a causa degli scioperi indetti dai sindacati sono intollerabili sia per chi viaggia sia per il "sistema Italia" in cui il turismo resta una importante risorsa. E’ questa la denuncia di Adiconsum che non manca di sottolineare le responsabilità delle società che gestiscono i servizi aeroportuali per la mancanza di personale nel periodo di maggior transito, per gli scarsi investimenti e per il management inadeguato.

L’associazione solleverà la questione durante l’incontro odierno con i vertici dell’Enac durante il quale proporrà all’ente una serie di azioni per incentivare un comportamento virtuoso da parte delle società di servizi aeroportuali:

  • definire, congiuntamente alle Associazioni di consumatori e agli operatori disponibili, sanzioni da proporre al Parlamento ed al Governo inserendole con procedura d’urgenza nella finanziaria;
  • la stessa ENAC stabilisca con proprio regolamento sanzioni/compensazioni a favore dei viaggiatori oggetto del disservizio stabilendo che in caso di ritardo di consegna dei bagagli oltre il limite previsto (20 minuti del primo bagaglio e 30 minuti dell’ultimo) il viaggiatore abbia diritto ad un risarcimento pari al 50% della tassa aeroportuale prevista sul biglietto di viaggio. In caso di ritardo nella consegna di oltre le due ore il risarcimento/compensazione venga elevato a €250,00 giorno/viaggiatore, misure deterrenti affinché le società aeroportuali si dotino di personale e strutture adeguate per svolgere un servizio che il viaggiatore paga lautamente con una tassa aeroportuale in molti casi superiore al costo della tratta volata. Adiconsum, in previsione dell’autunno caldo che aspetta i viaggiatori in considerazione degli scioperi già programmati, chiede alle compagnie di volo di predisporre un servizio sms per una dettagliata informazione in grado di ridurre al minimo gli inconvenienti per i passeggeri.

 

Comments are closed.