TRASPORTO AEREO. Parlamento Ue chiede di rivedere regolamento liquidi a bordo

Il Parlamento ha chiesto alla Commissione di rivedere e nel caso di abrogare il regolamento che impone misure restrittive sui liquidi nei bagagli a mano dei passeggeri aerei. La motivazione? I suoi costi sono sproporzionati rispetto all’aumento effettivo della sicurezza. Il controllo dei bagagli a mano attraverso i raggi X, infatti, secondo l’Europarlamento, "non è in grado di rilevare la presenza di esplosivi liquidi". Per questo chiede alla Commissione e agli Stati membri di intensificare i loro sforzi a sostegno della ricerca volta a trovare strumenti efficaci per tale rilevazione. Per non parlare dei disagi e delle difficoltà incontrate dai passeggeri – soprattutto quelli in transito.

I deputati notano poi che le disposizioni di sicurezza fissate dal regolamento n. 1546/2006 non sono state attuate in modo uniforme e coerente in tutti gli aeroporti dell’Unione europea e chiedono quindi di procedere in tal senso.

Comments are closed.