TRASPORTO AEREO. Viaggiatori disabili, via libera al decreto. Sanzioni fino a 120 mila euro

Via libera definitiva dal Consiglio dei ministri al decreto legislativo che prevede norme a tutela dei viaggiatori disabili che utilizzano il mezzo aereo e la disciplina sanzionatoria da applicarsi in caso di violazione del regolamento comunitario 1107/2006 sui diritti delle persone con disabilità e a mobilità ridotta. "La definitiva approvazione del decreto legislativo che tutela realmente i viaggiatori diversamente abili che utilizzano il trasporto aereo – dichiara il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli – è un risultato importante di progresso e civiltà. Siamo particolarmente lieti di essere riusciti a portare a compimento l’iter del Decreto legislativo in tempi rapidi".

Il provvedimento, oltre ai principi di tutela ad ampio spettro, contiene sanzioni di carattere pecuniario di notevole entità fino a un importo massimo di 120.000 euro per tutti quei comportamenti dei vettori, gestori aeroportuali ed operatori turistici (rifiuto di prenotazione o d’imbarco, mancata assistenza e standard qualitativi dell’assistenza, informazione carente, formazione del personale addetto) che possono ostacolare il libero utilizzo del mezzo aereo da parte dei passeggeri disabili. L’Enac è l’organismo designato a vigilare sull’applicazione del regolamento comunitario ed a irrogare le sanzioni. Tra i contenuti più rilevanti del decreto anche l’istituzione di un fondo speciale, presso il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per la promozione di campagne d’informazione e iniziative a favore degli utenti disabili e a mobilità ridotta, che verrà finanziato con i proventi derivanti dagli importi delle sanzioni.

Comments are closed.