TRASPORTO AEREO. Vulcano Grimsvotn, primi disagi. Consumatori ricordano diritti passeggeri

Per precauzione, il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha anticipato la partenza da Dublino a Londra per "battere sul tempo" le possibili ripercussioni della cenere che si è sprigionata dal vulcano islandese Grimsvotn. E anche nel calcio c’è qualche preoccupazione, se il Barcellona ha paura per la finale di Champions in programma sabato a Londra contro il Manchester United. Oggi Eurocontrol ha reso noto via twitter che sono stati annullati 252 voli concentrati in Scozia e Irlanda del Nord mentre British Airways, Klm, Aer Lingus ed Easyjet hanno interrotto i loro voli almeno fino alle 13 di oggi.

La nube potrebbe dirigersi verso Scandinavia, Danimarca e Germania del nord in serata, e potrebbe arrivare anche in Francia e Spagna, ma fare previsioni sembra molto difficile, mentre l’Unione europea al momento non prevede la chiusura dello spazio aereo sull’Europa anche se non nega che la settimana si annuncia difficile sul versante del trasporto aereo. In Italia, l’Enac ha reso noto che "sta seguendo costantemente l’evolversi della posizione della nube di ceneri vulcaniche che si è formata a seguito dell’attività del vulcano islandese Grimsvotn tenendosi in stretto contatto con le altre Istituzioni preposte".

L’eruzione del vulcano islandese comincia dunque a suscitare i primi disagi in nord Europa. In attesa di capire se ci saranno ripercussioni anche in Italia, Federconsumatori e Adusbef ricordano "a tutti i passeggeri che dovessero essere coinvolti da ritardi e cancellazioni che hanno diritto al rimborso del prezzo del biglietto o all’imbarco su un volo alternativo. Inoltre, qualora si scegliesse di attendere la sistemazione su un volo alternativo, la compagnia aerea è tenuta a provvedere a pasti, bevande, eventuale sistemazione alberghiera, trasferimenti e due chiamate telefoniche del passeggero. Laddove questo non avvenisse, – concludono le due associazioni – sollecitiamo i passeggeri a conservare scontrini e ricevute per avanzare poi la richiesta di rimborso delle spese sostenute".

Comments are closed.