TRASPORTO MARITTIMO. Tratta Genova-Palermo, Agcm tutela la concorrenza

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha deciso di accettare, rendendoli vincolanti, gli impegni presentati dalla società Grandi Navi Veloci per aprire alla concorrenza l’offerta di servizi di trasporto marittimo sulla rotta Genova-Palermo.
Si chiude così, senza accertamento dell’infrazione e quindi senza sanzione, l’istruttoria avviata nell’agosto dello scorso anno, per verificare un possibile abuso di posizione dominante da parte di GNV nei confronti di T-Link, società appena entrata nel mercato.

Grazie alla decisione adottata dall’Antitrust, GNV dovrà attuare, su ciascuna singola rotta, una politica di prezzi basata su una griglia standard di sconti-quantità calcolati sulla tariffa base di listino; l’applicazione di sconti particolarmente elevati (che dovranno comunque essere comunicati all’Autorità) dovrà rispondere a giustificazioni oggettive, come la possibilità di presentare a parità di volumi, le medesime offerte dei concorrenti o di realizzare particolari innovazioni di processo che a regime potrebbero beneficiare l’intera clientela. Gli sconti dovranno inoltre riguardare la generalità dei clienti.

Grazie a queste misure e al continuo monitoraggio che verrà effettuato dall’Antitrust, le politiche di prezzo di GNV non potranno essere finalizzate ad escludere la società nuova entrante. Analogamente l’eventuale introduzione di navi addizionali o di corse aggiuntive, che sarà comunicata all’Antitrust, dovrà avvenire sulla base di oggettive carenze di stiva. GNV si è inoltre impegnata a non applicare penalizzazioni nelle condizioni economiche previste per le rotte diverse dalla Genova-Palermo nei confronti dei clienti che si avvalgono dei servizi di T-Link.

Secondo l’Antitrust le misure presentate da Grandi Navi Veloci sono idonee a far venir meno le preoccupazioni concorrenziali relative al complesso delle condotte poste in essere da GNV contestualmente all’ingresso del nuovo operatore T- Link in ragione della loro potenzialità escludente. Tali misure consentono, infatti, di legare la politica commerciale di GNV a parametri obiettivi circoscrivendo e ancorando a criteri definiti l’ambito delle possibili deroghe.

Gli impegni avranno una validità di due anni, che l’Autorità potrà prorogare alla luce del livello di concorrenzialità del mercato.

Comments are closed.