TRIBUTI. Contribuenti.it: nel 2010 + 8,6%. Napoletani più tartassati

Le tasse locali, nel 2010, sono cresciute del 8,6% passando da 106,2 a 121,6 miliardi mentre quelle statali sono aumentate dell’ 3,4%. Il dato emerge da uno studio condotto da Krls Network of Business Ethics per conto dell’Associazione Contribuenti Italiani che sarà pubblicato nel prossimo numero di ottobre del mensile Contribuenti.it.

Il "fisco locale" pesa ogni anno per 2.482 euro a testa sui cittadini italiani. I contribuenti hanno pagato nel 2010 in media 1.995 euro di tasse alle Regioni, 393 euro ai Comuni e 94 euro alle Province. I più tartassati sono i napoletani con 2.885 euro pagati a testa. Se Napoli è il capoluogo d’Italia dove la pressione la pressione tributaria locale è cresciuta di più nel 2010, Campobasso è la città dove si pagano meno tasse.

Al secondo posto c’è Milano con 2704. Al terzo posto si trova Roma con 2634, al quarto Genova con 2582, al quinto Perugia con 2515, al sesto Pescara con 2511, al settimo Firenze con 2403, all’ottavo Palermo con 2398, al nono Aosta con 2383 euro al decimo Bologna con 2394 euro. Chiude la classifica nazionale Campobasso, con soli 705 euro pro capite.

Comments are closed.