TRUFFE. Anziani, Campagna Polizia di Stato. Confesercenti: “Fenomeno riguarda 15Mln di italiani”

"Se hai un dubbio chiama il 113, saremo da te per aiutarti". È questo il messaggio al centro della quarta campagna di sensibilizzazione contro le truffe agli anziani, che la Polizia di Stato ha lanciato in collaborazione con il segretariato sociale Rai. Lo spot andrà in onda sulle reti Rai per tutta l’estate, periodo in cui aumentano in maniera esponenziale i raggiri di cui ogni anno rimangono vittime 6mila anziani.

L’iniziativa della Polizia di Stato è stata apprezzata anche da Confesercenti, che suquesto tema sta avviando una vera e propria campagna d’estate denominata "Occhio alla Truffa" che coinvolgerà le sue sedi territoriali e la FIPAC, la federazione dei pensionati del terziario. I negozi aderenti all’associazione offriranno servizi aggiuntivi agli anziani soli. L’obiettivo che si pone la Confesercenti è quello di promuovere servizi agli anziani, tra cui quello della consegna a domicilio della merce e della distribuzione nei negozi di un "Vademecum" per mettere in guardia i nostri nonni da raggiri e truffe.

"Quello delle truffe – commenta Confesercenti – è un fenomeno in forte crescita epurtroppo scarsamente denunciato proprio per la vergogna di essere stati raggirati. Eppure gli "over60" non sono le sole vittime di questo reato". Secondo la confederazione, infatti, un italiano su tre è vittima delle truffe e sono circa 15 milioni i cittadini che vengono truffati. A circa 18 miliardi ammonta, invece, il giro d’affari annuo che finisce nelle tasche dei truffatori, soprattutto maghi e occultisti (circa 5 miliardi di euro), criminali che praticano frodi telematiche per altri (5 miliardi di euro), truffatori ai danni dell’Ue, dello Stato e delle Regioni (3,5 miliardi di euro). A questi si aggiungono i 4,6 miliardi di euro di truffe subite dai commercianti.

Comments are closed.