TRUFFE. Appunti scolastici on line, Fiamme Gialle scoprono raggiro

La Guardia di Finanza ha individuato una truffa sul web che vede coinvolte migliaia di persone in un servizio on line che mette a disposizione degli studenti appunti scolastici. Nell’operazione risultano arrestate 5 persone e chiusi 6 siti web confiscate quasi 2500 fatture circa 1.300.00,00 euro. Lo comunica una nota di Federconsumatori Abruzzo, che aveva già individuato e segnalato alcuni casi. L’associazione invita "i consumatori coinvolti a presentare denuncia querela. Per coloro che non hanno ancora pagato oltre alla denuncia di evitare il pagamento dell’importo richiesto".

Adiconsum fa sapere inoltre come avveniva il raggiro: a seguito dello scarico via internet di appunti scolastici e materiale per tesi e tesine da alcuni siti, le famiglie degli studenti si vedevano recapitare a casa fatture di 150 euro pretese dalla società New Europa Media (a volte anche New Europe Media) a seguito di "regolare" (a detta di quest’ultima) contratto d’acquisto.

L’associazione ha inoltre presentato esposto alla GAT-Nucleo Speciali Frodi Telematiche della Guardia di Finanza per acquisizione fraudolenta di dati personali e per la sottoscrizione di un contratto senza che il "navigatore" si rendesse conto durante il collegamento di aver firmato un contratto di acquisto. Dalle indagini effettuate è risultato che truffe telematiche simili si stanno diffondendo attraverso altri siti con altri contenuti, non solo scolastici.

Che cosa devono fare i consumatori vittime di una truffa telematica?

  • Innanzitutto non devono pagare alcuna somma;
  • Devono compilare il fac-simile di lettera-diffida scaricabile dai siti www.adiconsum.it e www.ecc-netitalia.it per contestare la fattura emessa attraverso una conclusione del contratto e l’acquisizione dei dati in modo fraudolento;
  • Devono presentare una denuncia-querela alla Guardia di Finanza, allegando copia della lettera di diffida;
  • segnalare il fatto all’Adiconsum nazionale (06-4417021). Nel caso in cui la società pretendente il credito avesse sede in un altro Paese dell’Unione Europea, la segnalazione va fatta al Centro Europeo consumatori (tel. 06 44238090).

Comments are closed.