TURISMO. Adoc: ponte 29 giugno a Roma, solo un terzo dei romani va in vacanza

La formula è sempre più quella delle vacanze mordi e fuggi e low cost. Una buona occasione per i romani è rappresentata dal ponte del 29 giugno, quando a Roma si festeggeranno i SS.Pietro e Paolo: ebbene, solo il 31% dei romani partirà per una breve vacanza, secondo quanto prevede un’indagine dell’Adoc. Il 79% rimarrà nei dintorni, destinazione coste laziali, dove però dovrà fare i conti con il caro spiagge, peraltro già denunciato a livello generale dalla stessa associazione.

Commenta il presidente Adoc Carlo Pileri: "Solo il 31% dei romani sfrutterà i giorni di vacanza del ponte del 29 giugno per mettersi in viaggio: tra i partenti, il 79% opterà per una destinazione italiana, con una prevalenza per il mare, soprattutto il litorale laziale. In questo i cittadini romani dovranno scontrarsi con il caro spiagge, quest’anno una famiglia di 4 persone arriverà a spendere circa 85 euro, una spesa cresciuta del 2,1% rispetto allo scorso anno e non più sostenibile per almeno il 40% delle famiglie. Per una sdraio si spenderà l’8,8% in più, un ombrellone in media costa il 5,4% in più, rincari del 2,3% per un lettino. Rimangono stabili solo i costi d’ingresso e di parcheggio, rincari minori per il ristoro, gelati in crescita dello 0,8%".

C’è un 21% che potrà recarsi all’estero: Londra, Parigi e Madrid le principali destinazioni come pure i paesi dell’Est Europa. Ma rimangono gli effetti del carovita se, denuncia Pileri, la maggior parte delle persone non ha la possibilità di progettare viaggi e il 74% di chi parte passerà solo una notte fuori casa. Gli italiani sono sempre più orientati verso la vacanza breve.

Comments are closed.