TURISMO. Aduc, i consigli per chi sceglie il campeggio

Per chi d’estate sceglie il campeggio, è bene sapere che anche queste strutture, come gli alberghi, hanno le stelle e la qualifica dipende dalla tipologia e dalla qualità dell’offerta. Analogamente a quanto avviene per gli alberghi, la competenza in materia di campeggi è stata demandata alle regioni. L’Aduc ricorda che ci sono comunque dei requisiti minimi che devono essere rispettati per quanto attiene lo spazio a disposizione del campeggiatore e i servizi offerti. Lo spazio minimo è di 40 metri quadrati, un bagno ogni 20 persone e una doccia ogni 30. Attenzione però agli spazi previsti, perché il computo è fatto calcolando i metri quadrati disponibile per persona, nel conteggio dei quali sono incluse anche le strutture (bagni, docce, spazi comuni, ecc.), quindi i 40 metri quadrati non si riferiscono solo allo spazio per la tenda.

Per i campeggi 4 stelle gli spazi aumentano fino a 90 mq, cosi come aumentano i bagni e le docce a disposizione (1 ogni 15 ), le aree comuni (fino al 30%), il parcheggio recintato e coperto (70%), le aree ombreggiate (30%), la pulizia (2 volte al giorno), ecc. Insomma prima di partire per un campeggio occorre informarsi. Le regioni e le organizzazioni di categoria mettono a disposizione siti internet con caratteristiche e foto dei campeggi. Una volta arrivati sarebbe opportuno leggere il regolamento e controllare le qualità del posto: se non corrisponde, reclamare è d’obbligo.

 

 

Comments are closed.