TURISMO. Agriturismi, un sistema di classificazione garantirà i consumatori

Chi sceglie un agriturismo per le proprie vacanze potrà contare su un sistema di classificazione, come le "stelle" per gli alberghi, in grado di fornire informazioni sulla qualità del servizio offerto. Dall’Osservatorio Nazionale dell’Agriturismo – l’organismo di governo del settore, costituito dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, che lo presiede, dal Dipartimento per il Turismo, dalle Regioni e dall’ISTAT – arriva, infatti, un primo documento di lavoro contenente i principi generali per uniformare i criteri di classificazione del settore agrituristico italiano. Tra gli aspetti emersi dal documento, la funzione strategica che la classificazione può svolgere nel rafforzare l’immagine del settore, rendendo più evidente quella che è una caratteristica dell’offerta italiana, cioè l’ imprescindibilità con l’attività agricola.

La definizione di un sistema di classificazione delle attività agrituristiche è prevista dalla legge quadro del settore, la n. 96 del 20 febbraio 2006. Tra gli obiettivi della classificazione:

  • rispondere in maniera efficace all’esigenza manifestata dalla domanda, nazionale e straniera, di una maggiore chiarezza rispetto ai requisiti agricoli dell’azienda, in relazione alla qualità dell’ambiente e alla salubrità dei prodotti, garantendo univocità di requisiti e varietà dei servizi offerti;
  • svolgere una funzione di orientamento per le aziende agricole agrituristiche, stimolando l’adozione di comportamenti "virtuosi" rispetto alla produzione agricola, alla gestione dell’ambiente e del paesaggio e alla valorizzazione delle risorse locali.

Per definire il punteggio da attribuire a ciascuna struttura, non conterà solo il comfort, la comodità dell’accoglienza, ma saranno presi in considerazione soprattutto gli aspetti relativi alla tipicità dell’offerta, al paesaggio, alla possibilità di partecipare ai lavori dell’azienda e alla professionalità dell’operatore.

Da ricordare che la classificazione dà per assolto, a monte, il rispetto delle norme nella prestazione di ciascun servizio agrituristico, tenendo conto della "consistenza" complessiva dei servizi offerti o delle variabili che possono influire sulla soddisfazione dell’ospite.

Comments are closed.