TURISMO. Arriva il “Vademecum del viaggiatore informato” del CEC

Arriva il "Vademecum del viaggiatore informato" del Centro Europeo Consumatori: l’opuscolo, presentato oggi a Bolzano, contiene tutte le informazioni per viaggiare consapevoli dei propri diritti e doveri; è disponibile gratuitamente presso il Centro Europeo Consumatori di Bolzano oppure può essere spedito a casa. "Degli oltre 4.500 reclami pervenuti al CEC nel 2009, ben il 40% ha riguardato il settore viaggi. L’informazione può aiutare a gestire queste situazioni e in certi casi anche a risparmiare", spiega Walther Andreaus, direttore del Centro Tutela Consumatori Utenti (CTCU), che organizza il CEC di Bolzano.

"Chi parte per le vacanze il più delle volte, se non altro per scaramanzia, non si chiede cosa fare se il suo volo viene cancellato, il suo bagaglio non appare sul nastro trasportatore, o l’incantevole spiaggia bianca si rivela essere una discarica a cielo aperto – aggiunge Monika Nardo, consulente legale che al CEC si occupa dei reclami in questo settore – Uragani, scioperi, ceneri vulcaniche, problemi di ordine pubblico, errori di prenotazione, influenze improvvise e molto altro ancora dimostrano che purtroppo non sempre tutto fila liscio".

Nel 2009 le compagnie aeree hanno smarrito 25 milioni di bagagli e nel periodo delle ceneri vulcaniche al CEC le richieste di informazione sono aumentate di 7 volte. Il Vademecum analizza diversi argomenti: i pacchetti turistici ed il trasporto aereo, ma anche le multiproprietà, le assicurazioni viaggi e molto altro ancora – il tutto con particolare attenzione ai settori a più alto tasso di reclami. Senza dimenticare, ovviamente, internet, perché spesso la rete ci fa cadere in inganno: basta un semplice click a stipulare un vero e proprio contratto, dal quale è possibile recedere soltanto pagando le famose penali di recesso.

Nel 2009, i consulenti del CEC hanno rilevato una maggiore collaborazione da parte delle imprese nella soluzione alternativa dei reclami dei consumatori, riuscendo a ottenere soluzioni positive o per lo meno soddisfacenti per i consumatori.

 

Comments are closed.