TURISMO. Buoni vacanza, 20 gennaio al via prenotazioni. Commento Adoc

Dal 20 gennaio le famiglie a basso reddito potranno incominciare a prenotare i buoni vacanze: esso varia da 500 a 1.230 euro per famiglia, in base alla composizione del nucleo e al reddito complessivo. Il contributo statale potrà coprire solo una percentuale (compresa fra il 20 e il 45 per cento) della spesa sostenuta per un soggiorno, e i cinque milioni di euro stanziati saranno erogati fino ad esaurimento dei fondi disponibili, sulla base del criterio di priorità cronologica.

L’Adoc Puglia raccomanda di verificare anticipatamente e personalmente, con la struttura scelta, il prezzo finale del servizio che potrebbe subire variazioni in periodi particolari dell’anno. Secondo l’Associazione, inoltre, l’iniziativa sconta due limiti: uno per la striminzita stagionalità e l’altro sulla procedura di accredito. "Infatti – dichiara Flaminia Acconciaioco, referente dell’associazione per il settore turismo – la distribuzione e l’utilizzo dei buoni vacanza avviene solo nel periodo di bassa stagione, ovvero dal 20 gennaio sino al 30 giugno, mentre la procedura di richiesta è avviene direttamente e unicamente con sistemi informatici, on-line". Da qui la disponibilità dell’Adoc ad assistere quanti ne facciano richiesta nella compilazione della domanda.

Comments are closed.