TURISMO. Codacons: un italiano su 5 torna scontento dalla vacanza

Un cittadino su 5 torna deluso dalle vacanze estive. E’ questa la stima del Codacons che già dal mese di giugno sta ricevendo le segnalazioni dei cittadini italiani che hanno anticipato la propria villeggiatura o hanno scelto di trascorrere week end più o meno lunghi fuori città. "In base alle segnalazioni che stiamo ricevendo oramai da giugno – dichiara il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – le vacanze estive 2009 non appaiono migliori delle precedenti sul fronte dei disservizi. Un cittadino su 5, infatti, denuncia ritardi, disguidi, problemi con le strutture ricettive o depliant ingannevoli".

In cima alla classifica delle lamentele vi sono problemi legati ai trasporti (overbooking, ritardi, cancellazioni voli, perdita bagagli, ecc.) seguiti dalle promesse non mantenute da parte di agenzie di viaggio e tour operator (in particolare cataloghi non conformi alla realtà, cambi di destinazione, spiagge distanti, vista balconi hotel su cemento, servizi scadenti rispetto alle attese, problemi legati alle camere d’albergo, ecc.).

"Questo spesso avviene perché non si sceglie con cura la vacanza – spiega Rienzi – e ci si fida troppo ingenuamente degli operatori turistici, magari non confrontando attentamente le offerte e non reperendo preziose informazioni su internet".

Comments are closed.