TURISMO. Con la fine delle vacanze arriva il traffico in autostrada

Lo scorso week end sono iniziati i primi rientri dalle vacanze anche se il traffico più intenso e’ previsto per il prossimo fine settimana. Si stima che da domani a lunedì mattina saranno circa 9 milioni le auto in circolazione sulla rete autostradale con possibili rallentamenti dovuti, appunti, alla forte affluenza. Per avere informazioni sulla viabilità e programmare un "rientro intelligente" è possibile chiamare il 1518 del CCISS viaggiare informati (chiamata gratuita), consultare il Televideo RAI alla pagina 640, ascoltare i notiziari di Onda Verde su radio RAI 1,2,3; Isoradio sulla frequenza di 103.3 MhZ su Roma e 103.200 MhZ per Milano. Inoltre occhio ai pannelli a messaggio variabile posti agli ingressi delle autostrade.

Inoltre è buona norma tenere bene a mente le regole per una guida prudente che con l’incremento del numero di veicoli in circolazione diventano fondamentali. Innanzitutto è bene ricordare che la guida in autostrada poi alcune particolari precauzioni poiché la mancanza di familiarità con l’ambiente autostradale può determinare andatura irregolare o incerta e velocità talmente bassa da costituire pericolo per la circolazione.

Sovente, poi, bisogna fare i conti con la maggiore stanchezza e la scarsa reattività legate al frequente protrarsi del viaggio anche in ore particolarmente calde o notturne; con l’esistenza di cause di distrazione legate al viaggiare con un maggior numero di occupanti a bordo, specie se bambini; con l’eccesso di velocità lungo i tratti autostradali liberi da congestioni per recuperare sui tempi di viaggio; e con la mancanza di un’adeguata pianificazione del percorso, con conseguenti comportamenti di guida imprudenti quali improvvisi cambiamenti di direzione o effettuazione di manovre di retromarcia in corrispondenza delle uscite autostradali.

Non sono mai abbastanza le raccomandazioni ai viaggiatori come quelle di rispettate i limiti di velocità segnalati e occupate la corsia transitabile libera più a destra. Allacciate sempre le cinture di sicurezza (sia del guidatore che dei passeggeri, compresi gli occupanti i sedili posteriori qualora la vettura ne sia equipaggiata): è obbligatorio in autostrada ed in città. Sistemate i bambini nell’apposito seggiolino. Non invertite per alcun motivo la marcia ed astenetevi dal fare marcia indietro: se avete superato distrattamente un’uscita, proseguite fino a quella successiva.

Mantenete sempre la distanza di sicurezza dal veicolo che vi precede e, per quanto possibile, viaggiate ad una velocità costante. Controllate la situazione della strada anche attraverso lo specchietto retrovisore, soprattutto prima di iniziare una manovra di sorpasso, segnalandola per tempo e comunque evitando manovre brusche sia in uscita che al rientro dalla propria corsia di marcia. Non fermatevi all’interno delle gallerie o sui tratti privi della corsia per la sosta di emergenza e, se costretti, fatelo per il minor tempo possibile. In caso di blocco della circolazione, non percorrete la corsia di emergenza, destinata ai veicoli di soccorso.

Non rallentate per curiosare su incidenti o eventi particolari avvenuti sulla carreggiata opposta o in prossimità della sede autostradale. Controllate la pressione dei pneumatici prima della partenza. Usate prudenza nell’uso di autoradio e telefoni cellulari, solo se muniti di apparato viva voce e non distogliete la vostra attenzione dalla guida. In caso di nebbia accendete le luci antinebbia, non accodatevi ad un veicolo che marcia veloce; seguite le strisce che delimitano le corsie e regolate la velocità; nel caso fermatevi in un’area di parcheggio o di servizio.

Inoltre in caso di guasto, incidente, malessere: cercate il più possibile di portare il veicolo lontano dalla corrente del traffico, all’interno di un’area di servizio o di parcheggio, o almeno sulla prima piazzola di sosta se l’autostrada che percorrete ne è dotata. In caso di assoluta impossibilità di proseguire fino a questi punti di maggior sicurezza, portate il veicolo sull’apposita corsia di sosta d’emergenza, oltre la striscia bianca continua di margine, segnalando in modo evidente la vostra auto (lampeggiatori simultanei e collocazione ad almeno 100 metri del triangolo di segnalazione).

Quindi, in caso non disponiate di un telefono cellulare, procedete a piedi, lungo la stessa corsia di sosta d’emergenza, mantenendovi il più possibile accostati al margine destro della carreggiata, fino alla più vicina colonnina SOS per la chiamata del soccorso, meccanico o sanitario (la distanza massima tra queste non supera i 2.000 metri). Ricordate di rilevare, dall’apposita segnaletica la progressiva chilometrica più prossima al veicolo da soccorrere, così come la direzione di marcia, per comunicarle al personale ed ottenere un soccorso più tempestivo. Utilizzando l’impianto secondo le istruzioni indicate sulla colonnina, l’organizzazione operativa verrà posta a conoscenza della vostra richiesta di soccorso, del tipo di assistenza di cui avete bisogno e di dove vi trovate e potrà conseguentemente disporre l’invio dei mezzi e del personale necessario. Il soccorso meccanico è esclusivamente svolto dalle organizzazioni autorizzate dalle Società Concessionarie.

Infine, per la vostra stessa sicurezza, si invita ad astenersi dall’attraversare la strada o dal fermare altri veicoli in transito. L’autostrada è sorvegliata 24 ore su 24 dalle pattuglie della Polizia Stradale, in ragione di una ogni 50 Km circa. In caso di difficoltà quindi affidatevi alle indicazioni del personale specializzato che vi presterà soccorso. Quello che a molti può sembrare banale o scontata in tanti casi può essere utile a salvare la vita.

NUMERI UTILI ACI
803 116:
Un unico numero verde per Soci e non Soci, attivo 365 giorni l’anno 24 ore su 24. 06

491115: Ufficio Informazioni Estere ACI (365 giorni l’anno, ore 8.00-20.00).

1518: Il servizio, attivo 24 ore su 24, assicura notiziari radiofonici quotidiani sulle reti Rai e diversi spazi di informazione televisiva, riguardanti la viabilità e la circolazione ai fini della sicurezza stradale. Un orientamento ed un aiuto concreto per evitare all’automobilista situazioni di criticità che, in particolari periodi dell’anno, rendono difficile e rischioso anche un percorso abituale. Nell’ambito della convenzione con il Ministero dei Lavori Pubblici – CCISS (Centro Coordinamento Informazioni Sicurezza Stradale) l’ACI è stato incaricato di gestire, tramite una struttura operativa specializzata, un servizio di raccolta e fornitura di informazioni.

Comments are closed.