TURISMO. Confesercenti, vacanze di agosto: partono 16 mln di italiani

Da oggi al via le ferie di agosto per 16 milioni di italiani. Aumentano i turisti che scelgono alberghi e pensioni (dal 3% del 2007 al 5% di quest’anno) e quelli che si rifugiano nei villaggi turistici (+2%) mentre sono in leggera flessione (-2%) coloro che sono intenzionati a riposarsi nella casa di proprietà. E’ quanto emerge da un sondaggio svolto da Confesercenti-Publica ReS di cui l’associazione da notizia in un comunicato.

Al mare o in montagna, a casa o in albergo, punto fermo della vacanza dell’italiano è la cucina che secondo Confesercenti "non si tocca": il 34% dei turisti agostani è deciso a mantenere le proprie abitudini alimentari. Per oltre 5 milioni di italiani la prima scelta resta quindi il rassicurante piatto di spaghetti e i familiari cibi mediterranei preferiti alle usanze alimentari dei luoghi di villeggiatura. Una tendenza in aumento di ben 11 punti rispetto al 2007 e che trova spiegazione anche nella propensione al risparmio che è ben presente nelle scelte estive delle famiglie italiane.

Dove preferiscono mangiare i vacanzieri italiani? Su questo punto il popolo del Bel Paese si divide: il 31% si affida ad alberghi e pensioni, il 31% ha deciso di cucinare da sé. Ma c’è chi non disdegna l’incursione in pizzeria (il 18%) o in altri ristoranti delle località turistiche (17%), mentre solo un 3% è attirato anche in vacanza dal richiamo dei fast food.

Le ferie d’agosto non sembrano invece essere il tempo giusto per le avventure e le imprese sportive (18%), ed ancora meno per sogni di gloria al tavolo verde (2%) che resta circoscritto a pochi affezionati di sensazioni forti. Infine, sono quattro le regioni secondo Confesercenti che si divideranno il primato dell’affollamento di turisti italiani: Emilia Romagna e Toscana, poi Calabria e Sardegna. Agli ultimi gradini invece troviamo Piemonte e Basilicata.

Comments are closed.