TURISMO. Disservizi, Sportello Federconsumatori fa il bilancio di fine estate

Lo Sportello nazionale di tutela del turista di Federconsumatori ha assistito quest’anno, tra semplici consulenze e vere e proprie pratiche di assistenza, oltre 3.500 persone, corrispondenti a quasi 1.300 consulenze, confermando così il dato dell’estate precedente. È questo il primo bilancio di quella che è stata, secondo l’associazione, un’estate calda per il contenzioso turistico. A questi casi di consulenza e a pratiche di assistenza si devono aggiungere oltre 30.000 segnalazioni di disguidi e disservizi turistici raccolti dalle sedi territoriali della Federconsumatori.

La causa dell’aumento del contenzioso turistico,secondo lo Sportello, è principalmente dovuta a un deciso aumento, nei mesi estivi, del contenzioso legato al trasporto aereo, con frequenti cancellazioni e spostamenti del volo (in special modo nelle compagnie low cost e nei charter compresi in pacchetti) e per i sempre più frequenti smarrimenti di bagagli di cui la cronaca ci informa.

Il contenzioso aereo occupa, infatti, circa il 25% dei casi e ha fatto scendere la percentuale dei reclami riguardanti i pacchetti tutto compreso al 33%. Qui i recenti eventi naturali (dalle alluvioni in India al terremoto in Perù, fino all’uragano in Messico) occupano una parte non trascurabile delle richieste di intervento. Seguono le problematiche alberghiere (poco meno del 9%), gli appartamenti in affitto (circa il 5%) e le problematiche relative al campeggio ed al turismo itinerante (complessivamente un altro 9%).

Lo Sportello del turista di Federconsumatori è attivoal numero 059.2032557 dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13 e dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18; l’indirizzo di posta elettronica è info@sosvacanze.it.

Comments are closed.