TURISMO. Estate 2006: decalogo Confedilizia per una villeggiatura senza liti

I mesi estivi rappresentano il momento ideale per organizzare le vacanze, soprattutto se si è proprietari di un immobile che si vuole offrire in locazione, oppure se si vuole prendere in affitto una casa per brevi week-end o per periodi più lunghi. In quest’occasione però è bene scegliere il contratto più adatto alle esigenze dei contraenti e soprattutto è bene conoscere i vari adempimenti (registrazioni, comunicazioni ecc.) che – di volta in volta – debbono essere eseguiti.

La Confedilizia ha perciò approntato tre contratti tipo per aiutare il proprietario e l’inquilino e fare in modo, nell’interesse di entrambi, che vengano stipulati contratti turistici che si distinguano per le loro caratteristiche di sicurezza e garanzia, oltre che di semplicità e praticità di utilizzo.

I contratti predisposti dalla associazione di categoria interessano:

  • la locazione di case per singoli week-end o, comunque, per pochi giorni;
  • la locazione di case per le vacanze di durata da 10/15 giorni ad un mese massimo;
  • la locazione di seconde case per più di un mese.

Tutti e tre i contratti possono essere utilizzati esclusivamente per locazioni nelle quali l’unità immobiliare è utilizzata dall’inquilino quale abitazione secondaria.

Per evitare future liti – o anche semplicemente per prevenire disagi che potrebbero turbare il rapporto locatizio – la Confedilizia ha inoltre predisposto il "Decalogo per una villeggiatura senza liti" in cui sono illustrate – fra l’altro – le regole relative alle marche da bollo da applicare sui contratti nonché gli adempimenti da effettuare per la registrazione degli stessi e per le denunce all’Autorità di Pubblica Sicurezza.

Il Decalogo anzidetto è consultabile sul sito www.confedilizia.it, mentre i modelli contrattuali delle tre tipologie di locazione possono essere richiesti alle oltre 200 sedi territoriali della Confedilizia, dislocate in tutti i capoluoghi di provincia ed anche nei maggiori centri.

Infine, per offrire un servizio aggiuntivo al conduttore, il proprietario può anche scaricare – sempre dal sito della Confederazione – il "cartoncino del tempo", compilarlo e consegnarlo al suo ospite, permettendogli, in tal modo, di organizzare al meglio la sua permanenza.

Confedilizia traccia inoltre l’identikit degli ospiti dei bed and breakfast sulla base di un’indagine condotta dall’Anbba (Associazione Nazionale Bed & Breakfast e Affittacame-re, aderente alla Confedilizia) sui frequentanti i B&B associati all’Anbba stessa. Secondo la ricerca, l’ospite tipo è italiano, trentenne, di sesso femminile e si muove in coppia. La metà del campione, nei mesi estivi, si spinge a frequentare i B&B per soggiorni marini, un terzo degli intervistati invece per visitare la città ed i luoghi artistici. Si diventa ospiti di queste strutture anche per effettuare escursioni (17%), per potersi dedicare al proprio re-lax (13%), per partecipare ad eventi culturali e ludici (13%), per una breve sosta, durante un viaggio più lungo (6%), e per altro ancora (9%).

Il soggiorno medio è di circa 4 giorni, ad un prezzo medio al giorno di 62 € per dop-pia con colazione. L’indagine sull’ospite tipo dei B&B è stata voluta dalla Confedilizia per studiare al meglio il fenomeno dei Bed and Breakfast, che vengono considerati dalla Con-federazione della proprietà immobiliare un ottimo investimento per il proprietario di casa ed anche un ottimo strumento per vivificare i centri storici.

 

Comments are closed.