TURISMO. Estate di caro-affitti: a settembre +3,7%, luglio e agosto +1,5%

Affitti estivi alle stelle, soprattutto nel mese di settembre. E’ quanto emerge dall’indagine dell’Adoc sul costo degli affitti estivi (luglio, agosto e settembre) di un appartamento per una famiglia di quattro persone nelle principali località turistiche italiane. A settembre si registra il maggiore rincaro, del 3,7%, mentre luglio e agosto segnano un rincaro dell’1,5%.

"Il rialzo del costo degli affitti e il peso della crisi determineranno un calo delle presenze del 10% rispetto allo scorso anno – dichiara Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc – i rincari maggiori si registrano a settembre, che segna un complessivo +3,7%, per una spesa media nazionale di 1718 euro per l’affitto di un mese. Luglio e agosto segnano un più 1,5% ciascuno, la media di spesa del primo si attesta sui 2633 euro, un affitto di un mese ad agosto viene a costare 3434 euro".

"La città con il rincaro più elevato risulta Peschici in Puglia, dove per il mese di settembre si spenderà il 20% in più dello scorso anno, ma il costo d’affitto rimane tra i più bassi d’Italia. Stromboli in Sicilia, al contrario, è la località che segna il ribasso più cospicuo, l’8,3% in meno a settembre rispetto al 2009. In tutto il Paese e specie nelle regioni e nelle località più desiderate, affittare un appartamento è diventato proibitivo per una famiglia media composta da 4 persone. E’ preoccupante perché è come dire che le famiglie possono avere accesso solo a vacanze di serie B".

Secondo lo studio dell’Adoc la Regione che ha registrato i maggiori aumenti è la Valle d’Aosta, quella con i maggiori ribassi la Sicilia. "Nonostante la Sardegna rimanga la Regione più cara, è la Valle d’Aosta la Regione con il più alto tasso di rincari, a settembre del 18,7% – conclude Pileri – anche il Lazio, l’Emilia Romagna, la Puglia, la Toscana e la Campania segnano rincari. Al contrario, la Regione che più ha segnato ribassi è la Sicilia, in media ogni mese vede un minore esborso dell’1%."

Comments are closed.