TURISMO. Federalberghi: “Ponte 1 maggio, in arrivo rilancio del settore”

Saranno 5 milioni gli italiani maggiorenni in vacanza per il ‘ponte’ del primo maggio: il 93% di questi resterà in Italia, mentre il 6,4% andrà all’estero. Sono i dati emersi da un’indagine curata dall’Istituto Dinamiche per conto di Federalberghi su un campione di 3.001 persone maggiorenni.

"Dopo la tenuta delle vacanze di Pasqua – ha commentato il presidente della Federalberghi-Confturismo, Bernabò Bocca – i risultati che fanno registrare i ‘ponti’ del 25 aprile e quello del 1° maggio ci spingono a guardare con ottimismo e fiducia alla stagione turistica 2006, che si apre sotto i migliori auspici e lascia intravedere quella possibilità di rilancio del settore che ormai da troppi anni attendevamo".

Dove andranno? Per chi resterà in Italia il mare sarà la scelta privilegiata (39% delle preferenze), seguita dalla montagna al 19%. Le località d’arte maggiori e minori si attesteranno sul 13,4% della domanda, mentre i laghi registreranno il 5,8% e le terme il 2,7%. Dove dormiranno? Pur mantenendo l’albergo la testa della classifica con il 31,5% delle preferenze, svetta anche in questo caso il risultato della casa di proprietà con il 25,5% delle preferenze. La casa di parenti o amici sarà prescelta dal 17,5% degli italiani, mentre gli agriturismo raccoglieranno il 6,1% della quota di mercato. Quanto spenderanno? La spesa media pro-capite (comprensiva di trasporti, cibo, alloggio e divertimenti) si attesterà sui 230 euro. Questo importo genererà un giro d’affari pari a 1,15 miliardi di euro. La durata media, infine, della vacanza si attesterà sulle 2,4 notti.

Comments are closed.