TURISMO. Federalberghi: a settembre più 2% di presenze ma situazione stagnante

A settembre il turismo segna un aumento del 2% di pernottamenti fra italiani e stranieri. Il risultato complessiva da gennaio a settembre parla di un lieve aumento di presenze, più 0,2%, rispetto al 2009. Una situazione che secondo Federalberghi conferma una sostanziale stagnazione del settore. Commenta il presidente Bernabò Bocca: "L’aumento delle presenze turistico-alberghiere registrate a settembre, rispetto allo stesso periodo del 2009, rappresenta per le imprese ricettive italiane una importante boccata d’ossigeno, mentre sul fronte dell’occupazione della forza lavoro continua a registrarsi un più che preoccupante calo dei nostri collaboratori, spia inequivocabile di una complessa e complicata quadratura dei conti delle aziende".

"I numeri indicano un incremento del 2% di pernottamenti nel mese di settembre, tra italiani e stranieri (rispetto a settembre 2009) – aggiunge Bocca – che in ragione d’anno porta il risultato complessivo da gennaio a settembre (rispetto a gennaio/settembre 2009) ad un modestissimo +0,2% di presenze, risultato che meglio di qualsiasi altro dato segnala la situazione di stagnazione nella quale si trova il turismo italiano". Federalberghi sottolinea il calo di lavoratori: a settembre c’è stata una diminuzione del 4,3% per i lavoratori a tempo indeterminato e dello 0,6% fra quelli a tempo determinato.

Comments are closed.