TURISMO. Federalberghi: è calo, a luglio meno 3% di presenze, ad agosto più 1,8%

Turismo italiano in frenata. Nel periodo da gennaio ad agosto di quest’anno, confrontato con lo stesso periodo dell’anno precedente, emerge una flessione dello 0,2% di presenze e, sul versante lavorativo, una diminuzione del 2,6% di lavoratori occupati, fra i quali un meno 3,5% a tempo indeterminato e un meno 1,4% a tempo determinato. A luglio, in particolare, si è registrata una diminuzione di presenze del 3% rispetto all’anno precedente e ad agosto un aumento dell’1,8%. I dati sono stati resi noti oggi da Federalberghi e provengono da un monitoraggio effettuato dal 31 agosto al 5 settembre su 888 imprese ricettive.

"Le nostre preoccupazioni in avvio di stagione estiva si sono purtroppo concretizzate e se è pur vero che più stranieri hanno scelto l’Italia per le loro vacanze, spinti da tariffe alberghiere in frenata ormai da due anni, l’italiano ha ridotto complessivamente le proprie ferie, tagliando peraltro sul budget – afferma il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca – La flessione registrata nel mese di luglio, con addirittura un -3% di presenze (rispetto al luglio 2009) non è stata compensata dal +1,8% di presenze ad agosto (rispetto ad agosto 2009), portando il risultato complessivo da gennaio ad agosto (rispetto a gennaio/agosto 2009) ad un -0,2% di presenze, numero che meglio di qualsiasi altro dato segnala la situazione di stagnazione nella quale si trova il turismo italiano. Dai dati ufficiali dell’Istat, inoltre, è confermato come le tariffe alberghiere da gennaio a luglio siano diminuite a livello nazionale dello 0,8% (a fronte di un tasso di inflazione dell’1,4%) mentre tornando al nostro osservatorio verifichiamo come l’occupazione tra i nostri collaboratori abbia purtroppo subito da gennaio ad agosto una perdita complessiva del 2,6% (rispetto a gennaio/agosto 2009), flessione dovuta alla scelta obbligata per le imprese di tagliare i costi a fronte dei ridotti ricavi".

Federalberghi chiede di sbloccare risorse per il settore e procedere alla nomina dei componenti il Consiglio di Amministrazione dell’Enit-Agenzia Nazionale del Turismo.

Comments are closed.