TURISMO. Federalberghi: andamento altalenante

Il mercato turistico vede un andamento altalenante: le presenze alberghiere hanno registrato un calo del 2,1% a gennaio, una ripresa dell’1,5% a febbraio, un rilancio del 4,4% a marzo mentre ad aprile si rileva di nuovo un calo pari all’1,7%. La battuta di arresto di aprile si accompagna a una riduzione di lavoratori occupati del 3,8%, pari a meno 5,1% per i lavoratori a tempo indeterminato e a meno 1,9% per quelli a tempo determinato. Sono i dati resi noti oggi da Federalberghi, che chiede di istituire un tavolo di confronto fra imprese, sindacati e governo in vista della stagione estiva.

Ha commentato il presidente Federalberghi Bernabò Bocca: "Il mese di aprile, turisticamente parlando, ha fatto registrare una imprevista battuta d’arresto di arrivi e presenze alberghieri rispetto allo stesso periodo del 2009, che purtroppo lascia intendere come la ripartenza del comparto sia ancora sottoposta agli umori ed alle turbolenze del mercato".

"Dai dati in nostro possesso, – prosegue Bocca – appare evidente come la recessione stia continuando ad incidere in modo inatteso ed improvviso sulle scelte dei consumatori italiani e stranieri anche in campo turistico".

Comments are closed.