TURISMO. Federalberghi: stagione compromessa, timido recupero ad agosto

La stagione turistica degli alberghi è "compromessa" anche se agosto dovrebbe far registrare qualche punto di recupero. Da gennaio a luglio le presenze alberghiere di italiani e stranieri registrano un calo complessivo del 7,1% mentre sul versante dell’occupazione la flessione è del 5,6%, con un meno 4,8% di lavoratori a tempo indeterminato e meno 7% di quelli a tempo determinato. Sono i dati resi noti oggi da Federalberghi-Confturismo relativi a un monitoraggio settoriale realizzato dal 1° al 4 agosto su 916 imprese ricettive. A luglio, c’è una flessione del 3,4% dei pernottamenti alberghieri.

"A questo punto e con questi risultati – sostiene una nota della Federalberghi-Confturismo – l’annata turistica degli alberghi italiani è ormai compromessa, anche se agosto dovrebbe far registrare il primo timido segnale di recupero dei flussi turistici. Una eventualità che tuttavia non potrà invertire un trend fortemente negativo, aggravato dalla robusta diminuzione della capacità di spesa dei turisti italiani e stranieri e dal drastico ridimensionamento della durata delle vacanze estive degli italiani, che nel volgere di un solo biennio è calata dalle 15 notti in media nel 2007 alle 10 notti di quest’anno".

Comments are closed.