TURISMO. Federturismo Confindustria: no alla tassa di soggiorno

Tassa di soggiorno? Per Federturismo Confindustria significa "scoraggiare i flussi turistici esteri verso il nostro Paese, rendendo l’Italia meno competitiva nei confronti di altre destinazioni". E’ quanto ha dichiarato in una nota il presidente di Federturismo Confindustria, Daniel John Winteler.

"Accentuare il federalismo in materia turistica – ha affermato Winteler – vuol dire proseguire su un regionalismo che ha già presentato i suoi limiti in questi anni, senza affrontare la questione da una nuova prospettiva capace di visione e strategia unitaria. Se poi a questo dovesse aggiungersi l’assenza di qualsiasi risorsa per lo sviluppo del turismo nella Legge Finanziaria, il quadro da fosco diverrebbe addirittura cupo, sarebbe un chiaro segnale che il settore continua a non essere considerato uno degli asset principali lungo cui far correre la crescita economica del nostro Paese".

Per quel che riguarda le riconversioni e gli investimenti in risorse umane per il turismo, Winteler ha affermato "che ben vengano, ricordando però che questo settore produttivo richiede competenze specifiche e professionalità, senza le quali non si può davvero trasformare quest’industria in un’occasione di sviluppo per l’Italia intera."

Comments are closed.