TURISMO. Il decalogo di Federconsumatori e Adusbef per risparmiare in vacanza

Prima di organizzare la vacanza bisogna avere chiaro in mente il budget che si intende spendere. E poi sarebbe bene sapere che ci sono delle possibilità per spendere di meno come i last minute o last second, voli aerei e pacchetti turistici che non sono stati venduti e vengono proposti all’ultimo momento a prezzi scontati (si può risparmiare fino al 30%). Certo è sempre valido il consiglio di prenotare con largo anticipo, per spendere anche il 35% in meno e non avere brutte sorprese.

Sono alcuni dei consigli contenuti nel decalogo pubblicato oggi da Federconsumatori e Adusbef su come risparmiare per la propria vacanza. Il decalogo vuole andare incontro alle esigenze delle famiglie italiane sempre più toccate dalla crisi economica: secondo le stime dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, quest’anno andrà in vacanza meno del 40% degli italiani.

E le vacanze saranno sempre più ridotte, anche in termini di giorni e di comodità: si parte nei periodi di bassa stagione, sfruttando offerte e promozioni sempre più "azzardate" (es. last minute, last second e formula roulette), o cercando ospitalità presso parenti e amici.

A questo proposito una nuova modalità di soggiorno che si sta affermando è lo "scambio casa": attraverso appositi portali internet, è possibile entrare in contatto con cittadini di tutto il mondo pronti a scambiare un soggiorno nelle rispettive località di residenza. Anche la "vacanza fai da te", prenotata su Internet, prende piede sempre di più. Questa modalità permette di risparmiare fino al 20%, ma bisogna fare attenzione con i biglietti aerei: anche se molte compagnie sponsorizzano voli a prezzi stracciati, non sempre questi corrispondono a quelli realmente applicati, comprensivi di tasse e assicurazione, quindi, prima di fare progetti, accertatevi di quale sia il costo che dovrete effettivamente sostenere per il viaggio.

Trenitalia dà la possibilità di effettuare viaggi in treno a tariffe low cost, prenotando direttamente da internet o con largo anticipo; e per chi viaggia in gruppo, in comitiva, è riservata, quasi sempre, un’offerta speciale sui treni, in volo o nei pacchetti vacanze: si può risparmiare anche il 25-30%.

Se si viaggia in auto, è meglio fare il pieno di benzina presso i distributori dipendenti. In questo modo si possono risparmiare 7-9 centesimi di euro al litro. L’elenco aggiornato di questi distributori si trova sul sito www.federconsumatori.it. Sulle autostrade ci sono alcuni distributori che fanno lo sconto di 6 centesimi al self service.

Se si decide di trascorrere la vacanza in campeggio o in appartamento e si viaggia in auto, prima di partire, è meglio effettuare la spesa alimentare presso i supermercati della propria residenza. È noto, infatti, che nelle località turistiche è tutto un po’ più caro, specialmente i prodotti strettamente legati alla stagione estiva: dalle creme solari, ai costumi, dai repellenti per zanzare alle schede di memoria per le macchine fotografiche digitali. Acquistando tali prodotti "a casa", nei negozi di fiducia, si può risparmiare addirittura il 40% in meno rispetto ai luoghi turistici. Prima di partire controllare la sicurezza del proprio appartamento, ma soprattutto, non lasciate gli apparecchi elettrici accesi in "stand- by". Si può risparmiare anche 50 centesimi di euro al giorno.

Comments are closed.