TURISMO. Kenya, Adiconsum precisa: si ha diritto al risarcimento

Mesi trascorsi aspettando la vacanza da sogno di una vita. Ma, a pochi giorni dalla partenza, il viaggio salta a causa di eventi eccezionali (scontri politici, uragani, catastrofi naturali). Quali sono i diritti dei viaggiatori in tali situazioni? Dopo le recenti vicende in Kenya e Maldive, che hanno visto protagonisti cittadini italiani alle prese con disavventure più o meno gravi, Adiconsum ricorda le tutele garantite ai consumatori nei confronti dei tour operator: il rimborso del prezzo pagato, una meta di pari valore senza costi aggiuntivi o, più in generale, il risarcimento del danno.

Le precisazioni dell’associazione si sono rese necessarie a seguito delle numerose segnalazioni pervenute da concittadini in procinto di partire per il Kenya. La grave situazione politica verificatasi in questi giorni, ufficialmente riconosciuta a rischio dalla Farnesina, ha reso sconsigliabile il viaggio nel paese africano. Ma molti tour operator si rifiutano di rimborsare l’intero costo della vacanza. Si tratta di comportamenti "illegittimi e vessatori". Di fronte a questi atteggiamenti il consumatore ha diritto al "rimborso del viaggio – specifica Adiconsum – o in alternativa l’offerta di un’altra meta di uguale parità e valore senza l’addebito di alcun sovraprezzo". Analoghe tutele competono ai tutti coloro che, per vicende simili, non hanno potuto rientrare in Italia: ad esempio i viaggiatori recatisi alle isole Maldive nelle recenti feste natalizie. Anche in tale caso si ha diritto ad un risarcimento. Per ricevere informazioni sull’argomento è possibile contattare l’Adiconsum al n. 064417021 o il Centro Europeo Consumatori al tel. 0644238090.

 

Comments are closed.