TURISMO. Montagna, bene il 2008. E per il 2009 si attendono più stranieri

Segno positivo per il turismo di montagna, che nel 2008 ha registrato un 48,9% di occupazione delle camere rispetto al 35,6% della media nazionale e per il primo trimestre 2009 conferma una tendenza positiva, con un 40% di prenotazioni già incamerate fino a febbraio e un quasi un terzo fissate per marzo. Sono i dati, evidenziati da Confcommercio, del rapporto Isnart-Unioncamere presentati a Cortina al primo Forum nazionale sul turismo montano dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega al Turismo, Michela Vittoria Brambilla.

Nel 2008, dopo un anno di risultati altalenanti per tutto il turismo italiano, la montagna ha segnato dunque un andamento positivo. In particolare nel periodo natalizio (20 dicembre-10 gennaio) le strutture ricettive montane hanno occupato in media il 71,9% delle camere, con il 79% negli hotel. Il trend positivo di Natale pare continuare nel primo trimestre 2009, con il 40% di prenotazioni già incamerate fino a febbraio e quasi un terzo per marzo. Per l’inverno 2009, inoltre, gli operatori prevedono una maggior quota di clientela internazionale (il 39,8%) a fronte dell’anno scorso quando in prevalenza (dal 60 al 65%) la clientela è stata italiana.

Comments are closed.