TURISMO. Multiproprietà, cosa fare?

Multiproprietà: cos’è? Sottoscrivendo un contratto di multiproprietà si acquista il diritto ad utilizzare, durante un periodo abbastanza lungo (fino anche a 30 anni ed oltre) un alloggio come residenza per le proprie vacanze utilizzabile una o più settimane all’anno. A causa di un vuoto legislativo durato diversi anni, la multiproprietà si è spesso tradotta in vere e proprie truffe a danno dei consumatori. Prima con il decreto legge 427/98 ed ora con il Codice del Consumo che disciplina la materia agli artt.69/81si è cercato di fornire un quadro organico della materia.

Informazione, prima di tutto..
Una regola d’oro che vale per tutte le circostanze in cui si sottoscrive un contratto. Diffidiamo, quindi, delle società che non ci forniscono informazioni esaustive. il Codice del Consumo, infatti, dispone che "il venditore è tenuto a consegnare a ogni persona che richiede informazioni sul bene immobile un documento informativo in cui devono essere indicati con precisione" tra l’altro:

  • il diritto oggetto del contratto
  • i servizi comuni ai quali l’acquirente avrà accesso
  • le strutture comuni alle quali l’acquirente avrà accesso
  • il prezzo globale comprensivo di IVA
  • le informazioni circa il diritto di recesso dal contratto

Gli obblighi del venditore
Il venditore deve utilizzare il termine "multiproprietà" nel documento informativo, nel contratto e nella pubblicità commerciale relativa al bene immobile soltanto quando il diritto oggetto del contratto è un diritto reale; la pubblicità commerciale deve fare riferimento al diritto di ottenere il documento informativo, indicando il luogo in cui viene consegnato.

No agli acconti
Il venditore non può esigere o ricevere dall’acquirente il versamento di somme di denaro a titolo di anticipo, acconto, caparra fino alla scadenza dei termini concessi per l’esercizio del diritto di recesso che il Codice del Consumo identifica in 10 giorni lavorativi dalla conclusione del contratto.

In caso di problemi, ma speriamo di no, possiamo rivolgerci ad unassociazione di consumatori. Per leggere la disciplina integrale relativa ai contratti di multiproprietà, si può consultare il Codice del Consumo sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico.

Fate attenzione a…

  • Che sia specificato l’oggetto reale del contratto
  • Alle spregiudicate tecniche di persuasione e vendita
  • Al contenuto del contratto
  • Alle richieste di acconto in alcuni casi molto elevate
  • Alla sottoscrizione di contratti di finanziamento collegati
  • All’affrettata sottoscrizione di qualsivoglia contratto o impegno di acquisto

Comments are closed.