TURISMO. Multiproprietà, nuova vittoria della Confconsumatori

Il Tribunale di Parma, con sentenza n. 443/10, ha dichiarato la nullità del contratto di acquisto di una multiproprietà, sottoscritto da una copia di associati Confconsumatori, e del connesso contratto di finanziamento. In particolare, il Tribunale ha accertato la nullità del contratto, avente ad oggetto l’acquisto del diritto esclusivo di occupazione in sistema fluttuante Trust nei complessi turistico-immobiliari di certo Club La Costa "nel periodo di codice rosso di stagione Alta…" a causa della sua assoluta indeterminatezza. Secondo il giudice, infatti, non sarebbe in realtà ben chiaro l’oggetto dello stesso, non essendo direttamente individuabile un vero e proprio diritto di soggiorno. E per questo la società venditrice del relativo pacchetto di timesharing è stata condannata alla restituzione dell’acconto versato dagli acquirenti, ossia quasi 1000 € più gli interessi. La sentenza – secondo l’avv. Giovanni Franchi, il legale Confconsumatori che ha difeso in giudizio la coppia – conferma così l’orientamento giurisprudenziale espresso da diverse altre sentenze dei Tribunali di Trieste, di Verona e di Parma, per le quali il contratto di finanziamento deve ritenersi strettamente connesso a quello d’acquisto, con la conseguenza che dalla nullità di quest’ultimo discende anche la sua.

Il Tribunale ha, inoltre, ravvisato un incontestabile collegamento negoziale tra il contratto di acquisto e quello di concessione del credito stipulato con una società finanziaria, dichiarando, per l’effetto, anche la nullità di quest’ultimo e condannando la stessa alla restituzione di quanto ratealmente pagato dai consumatori, ossia fino alla notifica dell’atto di citazione l’importo di oltre 200 €.

"Il Tribunale non si è limitato a dichiarare la nullità del contratto di finanziamento, impedendo così che possano essere chiesti altri soldi ai consumatori, ma soprattutto ha condannato la società che aveva concesso il finanziamento alla restituzione di quanto versatole dalla coppia" conclude l’avvocato sottolineando come questa circostanza contribuisca all’importanza della sentenza.

 

Comments are closed.