TURISMO. Natale, Cia: tiene la vacanza in agriturismi di montagna

Per le feste di Natale, la vacanza in agriturismo "tiene". Non è boom, e la situazione è a macchia di leopardo sul territorio nazionale: sono premiate le aree vicine alle località montane e ai centri sciistici, e le prenotazioni si concentrano soprattutto nella notte di San Silvestro e nella settimana che si conclude con l’Epifania. Non ci sarà il tutto esaurito ma più di 350 mila italiani trascorreranno le vacanze negli agriturismi. È quanto rileva Turismo Verde, l’associazione agrituristica della Cia-Confederazione italiana agricoltori, che ha condotto un sondaggio presso le aziende.

La crisi si fa sentire ma con meno intensità rispetto agli altri settori, anche se il clima generale – anche a causa dei soggiorni mordi e fuggi – è di incertezza. Dal sondaggio di Turismo Verde-Cia emerge che per i giorni di Natale (dal 24 al 26 dicembre) gli agriturismi registrano prenotazioni molto a rilento, mentre si hanno risultati migliori per la notte di San Silvestro e per la settimana che si conclude con l’Epifania. Le mete più gettonate sono quelle di montagna e vicino alle piste da neve, quindi gli agriturismi del Trentino, del Veneto, del Piemonte, della Lombardia. Affluenza, pur con qualche calo rispetto allo scorso anno, anche nelle aziende che si trovano vicine alle città d’arte, con Toscana, Umbria, Lazio e Marche in testa. E si punta molto sul last minute, sul fine settimana lungo e sulla ricerca online delle strutture.

Comments are closed.